Immobiliare, Bankitalia: migliora la domanda, prezzi ancora inchiodati

Migliora la domanda sul mercato delle abitazioni in Italia nel quarto trimestre 2017 anche se i prezzi restano ancora inchiodati. Lo segnala la Banca d'Italia nel suo sondaggio congiunturale realizzato su un campione di 1.530 agenzie immobiliari. La quota di agenzie che ha venduto almeno un'abitazione (83,3%) è aumentata sia rispetto al sondaggio precedente (75,1%), sia nel confronto con lo stesso trimestre del 2016 (80,6%).

Più accessibilità ai mutui 
Condizioni migliori anche per l'ampia accessibilità ai mutui da parte delle famiglie: solo il 15,4% degli agenti segnala alla Banca d'Italia la perdita di un mandato per la difficoltà di ottenere il mutuo da parte del potenziale acquirente. Si tratta della soglia minima da quando è nata la rilevazione, nel 2009.

Pressioni sul ribasso dei prezzi 
Gli agenti coinvolti nel sondaggio di via Nazionale segnalano poi pressioni al ribasso sui prezzi: il saldo negativo tra la quota di operatori che segnala una crescita dei prezzi di vendita rispetto a quella che ne indica una diminuzione è peggiorato nel quarto trimestre 2017 a -23,8% da -21,9% alla fine del terzo trimestre. I giudizi sulla stabilità dei prezzi, tuttavia, restano prevalenti (67,8% del campione da 71,9% tre mesi prima). Le pressioni al ribasso sui prezzi si segnalano soprattutto nelle aree del Centro, a fronte di una tendenza favorevole nel Nord Ovest e nel Mezzogiorno.

FONTE: IL SOLE 24 ORE