I report di settore più interessanti dell’immobiliare

Elaborati e diffusi da enti tecnici ministeriali, associazioni di categoria ed esperti, e diffusi a uso dei professionisti di settore: i report sono strumenti utilissimi nell’ambito immobiliare, dove stare al passo con la normativa e la sua applicazione può fare la differenza tra un buon affare certo e sicuro, e un affare che sembra buono ma che nasconde incertezze, oltre alla possibilità che delle irregolarità si traducano in futuri problemi, economici e anche legali.
 

Per una compravendita sicura

Per l’utente finale, dal punto di vista della gestione burocratica, il mercato degli affitti si può definire più semplice (oltre che meno redditizio per proprietari e intermediari), mentre per una persona che debba avventurarsi in una compravendita immobiliare, le variabili sono moltissime ed è sempre bene affidarsi a professionisti di comprovata serietà e formazione, che intraprendono scambi virtuosi con le associazioni di categoria e si tengono aggiornati sulle novità normative e finanziarie anche tramite la relativa reportistica.
 
Spesso, gli utenti sono attratti dalla prospettiva del fai-da-te e non percepiscono il reale valore della competenza in ambito immobiliare: credono che i soldi della commissione sulla compravendita (cioè il corrispettivo dovuto all’agente immobiliare  per la sua intermediazione) siano una voce su cui è meglio risparmiare.
 

Le fonti più autorevoli

Eppure… La competenza ha un valore, e basta fare un salto sul sito web del Ministero dell’economia e delle finanze, al collegamento con l’Agenzia delle Entrate nella pagina web dell’osservatorio del Mercato Immobiliare, per capire che serve un esperto per districarsi nella moltitudine di documenti emanati: in particolare, l’Osservatorio del Mercato Immobiliare realizza ogni anno rapporti, studi di settore, prodotti editoriali e banche dati scritti in gergo tecnico e molto complessi da consultare per un utente non esperto.
 
I documenti scaricabili sono Statistiche trimestrali, Rapporti mutui ipotecari, Rapporti immobiliari residenziali, Rapporti immobiliari non residenziali, Statistiche regionali, Statistiche catastali, Sondaggi congiunturali mercato immobiliare, Quaderni dell'osservatorio: si tratta di analisi di dati, incrociati secondo parametri e casistiche per ottenere proiezioni di andamenti futuri e una maggiore consapevolezza del contesto di mercato.
 

Per semplificare un po’

A semplificare un po’ questa enorme mole di informazioni ci pensano Nomisma S.p.A. (società di consulenza fondata da un gruppo di economisti con il sostegno di banche e organismi economici) e Tecnoborsa (l’organizzazione del sistema delle Camere di Commercio per lo sviluppo e la regolazione dell’economia immobiliare), elaborando a propria volta report e articoli che filtrano e spiegano le analisi dell’osservatorio del Mercato Immobiliare.
 
Anche loro pubblicano periodicamente, con servizi gratuiti o a pagamento, documenti di grande valore dal punto di vista della sintesi dei contenuti ministeriali, ma sempre con taglio molto tecnico: un utente medio, interessato e con buona capacità di comprensione, può avventurarsi nella lettura dei report Nomisma o degli articoli di Tecnoborsa, preparandosi però a investire tempo nello studio.
 
Meglio leggere le sintesi de Il Sole 24 ORE? Perché no, il quotidiano economico-finanziario è il più diffuso in Italia ed è un buon punto di partenza per farsi una soddisfacente cultura economica generalista… E per comprendere che, al momento di affrontare una compravendita immobiliare, sarà saggio affidarsi in mani esperte.
Il mondo PrimaCasa

Iscriviti alla newsletter