Intervista a Enrico Voltolina

Continuano le interviste ai nostri collaboratori.

Questa è la volta di ENRICO VOLTOLINA TITOLARE DEL PUNTO VENDITA PRIMACASA DI SCORZE'.

  1. Nome e Cognome: Enrico Voltolina
  2. Da quanto tempo sei in Primacasa? Faccio parte del gruppo Primacasa da 16 anni.
  3. Come ti sei integrato all'interno dell'agenzia? Senza dubbio lavorando duro per raggiungere gli obiettivi che mi ero prefissato, ma l’aiuto e la collaborazione dei miei colleghi sono stati fondamentali..
  4. Vieni riconosciuto in zona? Sono titolare dell’agenzia di Scorzè da ormai quindici anni, e posso dire che il nostro è un punto di riferimento per tutti gli abitanti della zona. Ovviamente questo comporta anche una certa “visibilità”.
  5. Come ti approcci alla ricerca dopo tanto tempo? Dopo tanti anni di impegno il mio approccio alla ricerca è comunque sempre positivo. Vista la mia posizione, cerco di trasmettere il mio modo di lavorare a tutti i collaboratori, sia nuovi che esperti. L’aiuto e il supporto sono aspetti fondamentali per raggiungere gli obiettivi e superare le trattative più impegnative.
  6. Ti sembra che il lavoro sia cambiato negli anni? Fondamentalmente no, quello che è cambiato è il mercato e l'inserimento di nuove normative che tendono sempre più a professionalizzarci di fronte ad una clientela sempre più esigente. 
  7. Qual è la tua motivazione giornaliera? Raggiungere assieme al mio gruppo di lavoro i piccoli e grandi obiettivi che ci prefissiamo ogni inizio anno e che ci permettono di migliorare i risultati ed aumentare il fatturato a fine anno rispetto l'anno precedente.
  8. Secondo te, quali sono le due caratteristiche fondamentali che un agente immobiliare deve avere per ottenere successo sul mercato? Onestà e tenacia, senza ombra di dubbio.
  9. Quali sono le tue prospettive e i tuoi programmi per il futuro? Migliorare sempre e alzare l'asticella degli obiettivi anno per anno, allargando il mio raggio d'azione e il mio gruppo di lavoro.
  10. Qual è l'area di miglioramento su cui reputi di dover lavorare per migliorarti come professionista? Essere meno istintivo e più razionale: la lucidità è importantissima, soprattutto nelle trattative più difficili, in cui inevitabilmente c’è tensione e/o stress.
  11. Cosa suggerisci ai giovani colleghi che hanno deciso di intraprendere la carriera di agente immobiliare? Approcciarsi a questa professione con degli obiettivi a lungo termine, non mollare alle prime difficoltà e soprattutto vedere il denaro come una conseguenza dei traguardi raggiunti con onestà e tenacia!
Il mondo PrimaCasa

Iscriviti alla newsletter