Le tasse sulla casa e le scadenze fiscali nel 2020

Meno male che esistono i commercialisti, perché pagare le tasse è già un dovere impegnativo da sostenere, ma anche comprendere la materia fiscale con il relativo aggiornamento della normativa, i calcoli matematici e il presidio di tutte le scadenze, non è cosa da poco per un semplice contribuente. Senza contare che, se non si salda in tempo tutto il dovuto o comunque non si è in regola con i pagamenti, si rischia di incorrere in multe e penali.
 

Scadenze Fiscali 2020

E quando si tratta della casa, con tutto il bagaglio emotivo di preoccupazioni relative alla stabilità del proprio nucleo familiare, e con lo sforzo economico sostenuto per conquistarla e mantenerla, si rischia di finire sull’orlo di una crisi di nervi per capire e gestire tutte le spese e le scadenze. Per cominciare, ecco un piccolo promemoria generale:
 
· 10 gennaio: versamento dei contributi Inps relativi al quarto trimestre 2019 per il proprio personale domestico
· 30 gennaio: registrazione dei contratti di locazione d’immobili decorrenti dal 1° gennaio
· Dal 30 aprile al 31 dicembre: 4 rate della Tari (tassa sui rifiuti)
· 16 giugno e 16 dicembre: Nuova Imu (imposta municipale unica).
 

Il debutto 2020 della nuova IMU

L’Imu, la famigerata tassa sulla proprietà degli immobili, che è spesso terreno di battaglie politiche e angosce per i contribuenti, fa nel 2020 il suo debutto in una veste rinnovata, pensata con l’obiettivo di semplificare il regime attualmente vigente: la nuova imposta accorpa Imu e Tasi (che sono state pagate insieme per l’ultima volta in dicembre 2019) in un’unica imposta che sarà pagabile sia in due rate (acconto al 16 giugno e saldo al 16 dicembre) sia in un’unica soluzione nel mese di giugno, tramite F24, bollettino postale o sistema PagoPA.
 
Un ulteriore dettaglio sulla nuova Imu è che l’aliquota base rimane fissata all’8,6 per mille ma i Comuni avranno la libertà di decidere un azzeramento, oltre ad avere maggiori poteri di accertamento per chi paga in ritardo le cartelle.
 

Altre novità fiscali per la tua casa

Sono previste molte agevolazioni per la casa e gli affitti, a cominciare dal bonus sociale per la Tari (previsto per famiglie con ISEE basso e riconosciuto tramite la tassa logica già applicata per le bollette di luce e gas) e le misure salva casa per chi rischia di perdere la propria abitazione (a causa di pignoramenti durante la crisi o problemi nel pagamento del mutuo). Sugli affitti nei comuni ad alta densità abitativa, è stata confermata l’aliquota della cedolare secca al 10% sulle locazioni abitative a canone concordato; confermato anche il Bonus casa con l’aggiunta del bonus facciate.
 
Il mondo PrimaCasa

Iscriviti alla newsletter