Cedolare secca anche per i CONTRATTI COMMERCIALI dal 2019

Cedolare secca anche per i CONTRATTI COMMERCIALI dal 2019.

 

A partire dal 1° gennaio 2019 si potrà optare per la tassazione a cedolare secca anche per le locazioni di immobili commerciali: la novità è contenuta nella Legge di Bilancio che all’articolo 1 comma 59 stabilisce requisiti e regole per l’accesso alla tassazione sostitutiva Irpef.

I canoni da locazione commerciale, per i quali sarà possibile beneficiare della cedolare secca al 21%, dovranno essere riferiti a contratti da locazione rientranti nei seguenti requisiti:

  • riguardare immobili di categoria catastale C, con superficie fino a 600 mq escluse pertinenze e relative pertinenze anche se locate congiuntamente;
  • essere stipulati nel 2019.

Non solo: al fine di evitare comportamenti elusivi, la Legge di Bilancio 2019 ha stabilito che anche nel rispetto dei requisiti di cui sopra, non si potrà applicare il regime di tassazione a cedolare secca per i contratti stipulati nel 2019 qualora al15 ottobre 2018 risulti in essere un contratto non scaduto, tra i medesimi soggetti e per lo stesso immobile, interrotto in anticipo rispetto alla scadenza naturale.

Condividi

Condividi questo contenuto su Facebook