INVESTIRE NELLA CASA CONVIENE

Acquistare o prendere in affitto: investire nella casa conviene

A determinare la scelta intervengono numerosi fattori, ma ci sono molti vantaggi in entrambi i casi

METTERE A REDDITO

Acquistare una casa o un appartamento non per abitarci direttamente, ma come investimento. Sono sempre di più le persone che comprano per mettere a reddito un immobile, una soluzione senz'altro conveniente. Le possibilità? Si può affittarlo oppure trasformarlo in una struttura micro ricettiva.

Quando ci si trova di fronte alla prospettiva di cambiare casa, solitamente sono due gli scenari possibili, l'acquisto o in alternativa l'affitto. L'eterna domanda su quale delle due opzioni convenga di più trova una risposta soddisfacente in svariati fattori, tra cui il progetto di vita, il budget a disposizione e, non ultimo, l'andamento del mercato immobiliare, che è importante mettere sotto la lente di ingrandimento.

LA COMPRAVENDITA

Se si sceglie di fare un investimento a lungo termine bisogna essere sicuri di avere a disposizione un capitale iniziale che copra il 20% del valore dell'immobile, oltre alle condizioni reddituali tali da permettere l'accesso a un eventuale mutuo. Acquistare un'abitazione oggi continua ad essere una mossa redditizia, soprattutto in termini di rivalutazione del capitale. Dal 1998 a oggi il valore delle case, infatti, ha registrato un incremento nominale medio del 35,2%, percentuale che sale se l'immobile è in buono stato, in zona centrale e ben servita. Anche quando comprare casa è frutto di una strategia per il futuro, l'investimento resta a basso rischio e il suo rendimento annuo lordo intorno al 5,0%. Se le condizioni attuali del mercato sono così favorevoli lo si deve al ribasso che gli immobili hanno subito negli ultimi anni e alla maggiore predisposizione delle banche a erogare mutui. Un altro punto a favore dell'acquisto è la possibilità di personalizzazione sulla base di gusti ed esigenze, sfruttando peraltro gli incentivi fiscali in materia di ristrutturazione e riqualificazione energetica.

LA LOCAZIONE

Va subito premesso che non sempre affittare è una scelta, ma in alcuni casi una necessità dettata da contingenze economiche o di vita. I suoi vantaggi, tuttavia, si possono mettere nero su bianco, a partire dalla possibilità di garantirsi una maggiore mobilità, in termini di capitale - che in questo modo non è immobilizzato - e di chance di cambiamento. Nel rispetto dei termini previsti dal contratto stipulato, infatti, la locazione è un compromesso ideale per mettere alla prova la tenuta degli aspetti più importanti per ciascuno. Per esempio, il quartiere è funzionale a spostamenti, attività e interessi? Gli spazi interni si prestano alle esigenze? Sulla base di queste osservazioni, è possibile costruire la soluzione a misura di desideri e necessità, senza dover rinunciare a spostamenti di città o a nuove prospettive di vita. La certezza delle spese mensili - corrispondenti all'importo del canone di locazione pattuito in sede di contratto - rappresenta un altro vantaggio che fa dormire sonni tranquilli, senza timore di brutte sorprese.

 

Fonte: L'Aren@ffari